Mi chiamo Alessandra Carbone. Vivo a Rivalta di Torino.

Classe 1976, torinese di nascita e rivaltese di adozione dal 2009, sono un avvocato esperto in diritto civile ed in particolare in diritto di famiglia e dei minori.

Studi linguistici, laureata nel 2003 in Legge presso l’Università degli Studi di Torino, ho svolto la pratica forense e poi collaborato con lo studio due importanti studi legali di Torino che operano nel campo del diritto civile, del lavoro, commerciale e di famiglia.

Nel 2009 ho conseguito  Master in Management dei Beni Culturali, promosso e sostenuto dalla Fondazione per l’Arte della Compagnia di San Paolo, e realizzato dall’Università degli Studi di Torino – Facoltà di Scienze Politiche, in collaborazione con il Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”.

Dal 2013  sono iscritta all’Ordine degli Avvocati di Torino e nelle liste degli avvocati abilitati al patrocinio a spese dello Stato.

Nell’ottobre del 2016 ho fondato il mio nuovo studio legale a Rivalta di Torino specializzato in diritto civile con particolare attenzione al diritto di famiglia e della persona dando inizio ad una nuova pagina della mia vita professionale.

Dal 2013 ad oggi mi sono occupata principalmente di casi di separazione e divorzio, di regolamentazione dell’affidamento e del mantenimento di figli minori di coppie non coniugali, la maggior parte dei quali conclusisi con un accordo, e di cause davanti al Tribunale per i Minorenni.

Ogni anno partecipo a numerosi corsi di formazione ed aggiornamento per gli avvocati esperti in diritto di famiglia e della persona.

Sono presente nella lista degli avvocati specializzati nella difesa delle donne donne vittime di maltrattamento in collaborazione con la Regione Piemonte.

Il mio studio ha la sede principale a Rivalta ma ricevo anche a Torino a due passi dal Tribunale e a Giaveno.

In questi anni, tra le altre cose, ho partecipato in qualità di relatrice ad alcuni convegni sui temi legati al diritto dei Beni Culturali e alla proprietà intellettuale.

Insieme al Prof. Michele Trimarchi, professore ordinario di Economia Pubblica (Università di Catanzaro “Magna Graecia”) di  Cultural Economics (Università di Bologna “Alma Mater”) ho pubblicato un contributo “Opera 2.0. Crowdsourcing The Stage” all’interno del saggio “Cultural Commons A New Perspective on the Production and Evolution of Cultures” edito da Edward Elgar Publishing

Parlo correntemente inglese e francese.